Harry Styles torna a parlare della tanto breve quanto chiacchierata relazione con Taylor Swift.

Le frequentazioni tra le due star cominciarono a fine 2012, quando l’ex leader degli One Direction, all’epoca poco più che maggiorenne, e la reginetta del pop vennero paparazzati durante una passeggiata romantica a Central Park.

A distanza di alcuni anni, il cantante crede che in fondo il clamore mediatico sollevatosi durante il flirt con la Swift gli sia servito da lezione.

Intervistato da Rolling Stone, il 23enne britannico - tornato in classifica con il suo primo singolo da solista 'The Sign Of The Times' -, ha dichiarato: 'Quando vedo le foto di quel giorno, penso che tutte le relazioni siano complicate, indipendentemente dall’età. Ovviamente quando hai 18 anni non sai bene come funziona e cercare di navigare in quel contesto di certo non ha contribuito a rendere le cose più facili'.

'È un po’ imbarazzante per un ragazzino iniziare così - continua Styles -. Sei ad un appuntamento con una ragazza che ti piace. Tutto dovrebbe essere semplice, ma nel mio caso non fu così. Di certo è stata un’esperienza da cui ho tratto insegnamento. Ma in fondo era soltanto un normalissimo appuntamento con la ragazza che mi piaceva'.

La rottura si consumò a inizio 2013 e si pensa che alcuni singoli contenuti nell’album '1989' di Taylor siano indirizzati proprio a Harry.

'Non so se quei brani parlino di me o meno. Ma cosa importa, lei è molto brava'.

A proposito del 'vizietto' di Taylor, 27, di sfogare nella musica le sue delusioni sentimentali, Harry ha detto: 'Io scrivo partendo dalle mie esperienze. Tutti lo fanno. Se quello che abbiamo vissuto è stato utile a scrivere quelle canzoni, allora non posso che ritenermi fortunato. È il cuore a spingerti. Sono le cose più difficili da dire e per questo preferisco non parlarne troppo. Ci sono cose che credo debbano rimanere tra due persone. Personalmente non svelerò mai tutto a tutti'.

LATEST NEWS