È finito in manette Nick Gordon, l’ex di Bobby Kristina Brown, la sfortunata figlia di Whitney Houston, annegata in una vasca da bagno nel 2015.

L’uomo è stato arrestato in Florida per presunte violenze domestiche ai danni della fidanzata Laura Leal.

Secondo il sito TheBlast.com, la polizia è intervenuta nella notte di sabato (10 marzo) nella casa di Seminole di Gordon, dove si era appena consumato un violento litigio con la ragazza.

Nick ha raccontato agli agenti come sia stata Laura ad aggredirlo per primo, lanciandogli una bottiglia e 'attaccandolo senza alcun motivo', provocandogli un taglio al pollice. Nell’interrogare la Leal, però, la polizia ha immediatamente notato come la ragazza avesse il volto ricoperto di lividi, tra cui il 'labbro inferiore gonfio con tracce di sangue secco'.

La giovane ha spiegato di essersi recata in un bar per prelevare Gordon, che, durante il tragitto verso casa, ha cominciato a colpirla ripetutamente al volto.

Laura ha inoltre aggiunto come Nick le abbia 'tirato i capelli e promesso di distruggere la sua auto'.

Nonostante le accuse, la Leal si è rifiutata di sporgere denuncia.

Come riportato da TMZ, la polizia ha comunque arrestato in via cautelare Gordon con le accuse di violenza domestica e percosse.

Rilasciato su pagamento di una cauzione, l’uomo dovrà presentarsi al cospetto dei giudici il 6 aprile.

È la seconda volta che Gordon viene arrestato per presunte violenze domestiche ai danni della Leal, che frequenta da oltre un anno. Il 28enne era già finito in manette nel giugno 2017 dopo aver spedito al pronto soccorso la fidanzata, che, anche in quella circostanza, decise di non intentargli causa.

Intanto Gordon è ancora indagato per la misteriosa morte di Bobbi Kristina, trovata riversa e priva di sensi in una vasca da bagno della sua casa di Atlanta nel gennaio del 2015.

Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe dapprima picchiato e poi somministrato un micidiale cocktail di sostanze, inscenando il suicidio.

Nick - dichiaratosi sempre innocente -, ha ricevuto l’ordine dal giudice di risarcire la famiglia di Bobbi Kristina con una cifra superiore ai 36 milioni di dollari (29 milioni di euro).

La figlia di Whitney Houston e Bobby Brown è morta nel luglio 2015, dopo aver trascorso sei mesi in coma irreversibile.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS