Sam Smith prepara una battaglia giudiziaria contro la sua ex casa discografica.

Come riportato dal The Sun, il cantante è determinato a trascinare in tribunale la Flipbook Music, per evitare che l’etichetta pubblichi senza il suo consenso delle canzoni incise dall’artista prima del grande successo, raggiunto nel 2014 con l’album d’esordio In The Lonely Hour.

Nel 2016 l’etichetta fede infuriare Smith, minacciando di rilasciare un album intitolato Diva Boy e il primo singolo in assoluto da lui registrato Momentarily Mine.

'Sam ha lavorato instancabilmente sulla sua immagine da popstar. Ha messo anima e corpo nei suoi due album ufficiali ed è riuscito a costruirsi un look nuovo e attraente - ha rivelato una fonte al tabloid -. Se queste canzoni venissero rilasciate, teme diventerebbe uno zimbello'.

Sam ha registrato quei pezzi quando era ancora un adolescente e aspirava a diventare un cantante.

'Non aveva controllo artistico all’epoca - prosegue la fonte -. Tra lui e quella casa discografica è finita male, perché lui si è rifiutato di dare il proprio consenso alla pubblicazione di quelle canzoni. Oggi non sente che quella musica lo rappresenti a livello artistico'.

'Era il 2008, sono passati tanti anni, ma la Flipbook non vuole arrendersi. Sam farà tutto quello che è in suo potere per evitare che quell’album venga alla luce'.

'È stato difficile avere a che fare con loro e le cose ora sono precipitate', ha fatto sapere l’insider.

Smith è al momento in tour per la promozione del suo ultimo album di successo The Thrill of It All, che ha più volte raggiunto il primo posto delle classifiche negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in molti altri paesi europei.

ON TOUR - BUY TICKETS NOW!

,

LATEST NEWS